Menu Chiudi

FRIULI VENEZIA-GIULIA

Terra di confine in cui, sin dalla preistoria, si sono intrecciate popolazioni e vicende complesse che hanno lasciato il segno anche nella multiforme realtà architettonica.

PULLMAN | 3 giorni

TRACCE LONGOBARDETRIESTE | CIVIDALE | AQUILEIA | REDIPUGLIA | PALMANOVA
3 giorni in pullman

1° GIORNO

Ritrovo dei partecipanti davanti la scuola, sistemazione in pullman e partenza.

TRIESTE: Già sede di importanti insediamenti nel secondo millennio a.C., nel II secolo a.C. divenne Colonia Romana, il nucleo abitativo venne cinto da alte mura e arricchito da importanti costruzioni quali il Faro e il teatro tuttora visibili.Trieste è un crocevia di culture e religioni, sia per la sua posizione geografica di frontiera che per le vicissitudini storiche che ne hanno fatto un punto di incontro per molti popoli.

Castello di Miramare: Voluto da Massimiliano d’Asburgo, si affaccia sul Golfo di Trieste, realizzato dall’architetto viennese Carl Junker, ha un bel parco con una grande varietà di piante.

Castello di San Giusto: Sulla collina di San Giusto, il grande maniero in pietra, posto a guardia della città, è un’ulteriore testimonianza storica del lontano passato. Dalle mura, dai bastioni e dai camminamenti si gode una bellissima vista sulla città di Trieste. Risiera di S. Sabba – Oggi Monumento Nazionale, fu unico campo di concentramento in Italia nell’epoca nazista. Vi transitarono, diretti a Buchenwald, Dachau, Auschwitz, più di 25.000 persone e oltre 5.000 persero la vita in questo campo. Cena e pernottamento.

2° GIORNO

Prima colazione e giornata dedicata a Palmanova, Cividale, Redipuglia.

PALMANOVA: Nata sotto la Serenissima Repubblica di Venezia, fu concepita come perfetta macchina da guerra (contro le incursioni dei Turchi). La sua progettazione a forma di stella a nove punte, fu determinata da motivi di ordine militare. La città è dotata di tre cerchie di fortificazioni, delle quali l’ultima, fu portata a termine nel periodo napoleonico. Nel 1960 Palmanova è stata dichiarata Monumento Nazionale.

CIVIDALE DEL FRIULI: È la romana Forum Julii da cui derivò il nome Friuli. Numerose testimonianze artistiche confermano l’importanza storica della città: l’Ipogeo celtico, ricco di fascino e di mistero, scavato nel sottosuolo, il Tempietto Longobardo medievale, il Duomo di S. Maria Assunta con la Pala d’Argento, capolavoro dell’oreficeria medievale e il Ponte del Diavolo con la suggestiva vista sul Natisone che la leggenda vuole costruito dal Diavolo in cambio dell’anima del primo passante.

REDIPUGLIA: Il Sacrario Militare di Redipuglia è il più grande sacrario militare italiano e uno dei più grandi al mondo. Custodisce le salme di 10.000 caduti della Grande Guerra e venne realizzato su progetto dell’architetto Giovanni Greppi e dello scultore Giannino Castiglioni. Cena e pernottamento.

3° GIORNO

Prima colazione e visita della Grotta del Gigante e Aquileia.

GROTTA DEL GIGANTE: Inserita nel Guinness dei Primati nel 1995, è considerata la caverna naturalistica più grande del mondo.

AQUILEIA: Fondata nel 181 a.C. come colonia di diritto latino, è oggi, insieme a Ravenna, il più importante e prestigioso sito archeologico di tutta l’Italia Settentrionale. La sua zona archeologica e Basilica Patriarcale fanno parte dei Beni protetti del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Al termine delle visite inizio del viaggio di ritorno con arrivo in sede previsto entro le ore 21.00.

ARTE E STORIA TRIESTE | GORIZIA | GRADO | PALMANOVA
3 giorni in pullman

1° GIORNO

Ritrovo dei partecipanti davanti la scuola, sistemazione in pullman e partenza.

TRIESTE: Visita del Castello Miramare, del Castello di San Giusto, della Risiera di San Sabba.

2° GIORNO

Prima colazione e giornata dedicata alla visita di Villa Opicina, Grotta del Gigante, Gradisca d’Isonzo, Gorizia.

VILLA OPICINA: Qui si trova uno dei punti per la migliore vista panoramica di Trieste detto, “l’Obelisco”, perché nel 1830 fu eretto un monumento in onore dell’Imperatore Francesco. Dall’Obelisco parte uno dei sentieri più frequentati di Trieste, la “strada napoleonica”.

GROTTA DEL GIGANTE: Inserita nel Guinnes dei Primati nel 1995, è considerata la caverna naturalistica più grande del mondo.

GRADISCA D’ISONZO: Un documento ancora oggi conservato la fa risalire al 1175, dal 1420 al 1511 appartenne alla Repubblica di Venezia, ma fu nel 1650 che ebbe il suo periodo d’oro arricchendosi di palazzi e di istituzioni pubbliche sotto i Principi di Eggenberg. Nel 1750 sotto il governo di Maria Teresa D’Austria divenne “la Principesca Contea di Gorizia e Gradisca”. I suoi luoghi di interesse: il Duomo, parti della cinta muraria, la chiesa di Santo Spirito con la Pala d’Altare della Vergine di Pompeo Randi e il Leone Alato sulla Piazza Unità

GORIZIA: Città dalla storia molto travagliata, bagnata dal fiume Isonzo, da sempre terra di confine, ha origini molto antiche. Da sempre il suo Castello che la domina dall’alto del colle, è stato l’emblema e il suo simbolo incontrastato. Nel 1943 il Castello fu occupato dalle Truppe Germaniche e tristemente usato per le fucilazioni. Parte integrante del Castello è il suo borgo “la Terra di Sopra”, con la Porta Leopoldina (ingresso al borgo) e la chiesetta di Santo Spirito. Cena e pernottamento.

3° GIORNO

Prima colazione e visita di Palmanova e Grado.

GRADO: Già porto romano a servizio di Aquileia, ebbe il suo sviluppo attorno al 452. Del suo patrimonio artistico fanno parte: la Basilica Paleocristiana di Sant Eufemia che fu costruita su una chiesa preesistente, la “Basilichetta di Petrus” e la chiesa di Santa Maria delle Grazie. Nel 1990 nei pressi della città venne ritrovata la Julia Felix, una imbarcazione romana.

PALMANOVA: Nata sotto la Serenissima Repubblica di Venezia, fu concepita come perfetta macchina da guerra (contro le incursioni dei Turchi). La sua progettazione a forma di stella a nove punte, fu determinata da motivi di ordine militare. La città è dotata di tre cerchie di fortificazioni, l’ultima delle quali, fu portata a termine nel periodo napoleonico. Nel 1960 Palmanova è stata dichiarata Monumento Nazionale. Al termine delle visite inizio del viaggio di ritorno con rientro in sede previsto entro le ore 21.00.

La quota INCLUDE
– Assistenza in aeroporto per il disbrigo delle pratiche di imbarco
– Trasferimento dall’aeroporto alla sistemazione prescelta, e viceversa. I trasferimenti sono stati considerati da e per il luogo di arrivo più vicino alla località di destinazione. L’utilizzo di aeroporti diversi potrebbe comportare una variazione nella quota di partecipazione
– Sistemazione come da programma
– Trattamento pasti (come previsto da ogni singolo programma)
– Visite, escursioni, ingressi (come previsto da ogni singolo programma)
– Assicurazione R.C.
– Assicurazione infortuni
– Garanzia “TUTTIRISCHI”
– IVA
La quota NON INCLUDE
– Viaggio di andata e ritorno
– Tasse aeroportuali e bagagli
– Ingressi e tutto quanto non espressamente indicato

LE ALTRE DESTINAZIONI

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre informato