Puglia: Castelli Federiciani, Cattedrali romane e il trionfo del Barocco

Pullman 6 giorni

Regione ricchissima di monumenti preistorici e di epoche successive sino alla colonizzazione greca. I musei di Taranto, Bari, Lecce sono pieni di splendidi suppellettili delle necropoli. I Complessi Archeologici di Canne della Battaglia e di Egnazia sono di notevole importanza. Resti Romani si trovano dovunque, fra i più importanti: le colonne terminali della Via Appia a Brindisi e gli Anfiteatri di Lecce e Lucera. Le grandi Cattedrali romaniche sono fra le più alte espressioni dell’architettura medioevale e fondono in sè elementi classici, bizantini e arabi. Il Barocco trionfa a Lecce e nelle chiese e palazzi di tutta la Regione. La Valle d’Itria e i Trulli, sono una ricchezza artistica e naturale della Puglia. I caratteristici mureti a secco, i Trulli (Casedde) costruiti durante i periodi di civilizzazione contadina, fuori dalla zona urbana, costituiscono un fenomeno originale, esclusivo di questa zona. È un Bene Protetto del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

6gg PullmanPrimo giorno - Ritrovo dei partecipanti davanti la Scuola, sistemazione in pullman e partenza. Soste lungo il percorso. In serata arrivo a SAN GIOVANNI ROTONDO, sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.


Secondo giorno - Prima colazione. Giornata dedicata alla visita di Andria e Trani.

ANDRIA: Città con un patrimonio artistico ricchissimo. Il suo centro storico è caratterizzato da un suggestivo intreccio di vicoli e vicoletti e da Palazzi Nobiliari quali: Palazzo Comunale, Porto Castello del IX secolo, la Cattedrale e la sua cripta, il superbo Palazzo Ducale, la Porta S. Andrea o Arco di Federico. Ma è famosa soprattutto per lo splendido CASTEL DEL MONTE che la domina ed è il simbolo della città e di tutta la Puglia. Un Bene Protetto del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

TRANI: Le sue origini si perdono nel passato, è antichissima. È una vera città d’arte per le numerose bellezze architettoniche del suo lungo passato. I monumenti che conserva sono tanti: la bellissima Cattedrale romanica, il Castello Svevo, le numerose chiese, la Villa Comunale e il Fortino, il Monastero di Colonna e tantissimi Palazzi Nobiliari quali: Palazzo Valenzano, Palumbo, Antonacci Telesio, Coccetta, Filisio, Gadaleta, Torres, Arcivescovile, Cavelli, Candido. Al temine trasferimento a Monopoli e sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.


Terzo giorno - Prima colazione. Giornata dedicata alla visita delle Grotte di Castellana, Ostuni, San Vito dei Normanni e Brindisi.

LE GROTTE DI CASTELLANA: Complesso carsico tra i più vasti e suggestivi d’Italia. Il tratto visitabile più lungo è di 3 chilometri e offre scenari affascinanti, compresa la Grotta Bianca, ritenuta la più bella del mondo, ma il complesso prosegue ben oltre il tratto aperto al pubblico ed esplorato. Accoglie una concentrazione di opere d’arte nella profondità della terra: stalattiti, stalagmiti dai mille colori, fluorescenze di alabastro, laghetti sotterranei.

OSTUNI: Il suo territorio era già frequentato nel paleolitico medio ed è sede di numerose grotte. La città vecchia è racchiusa dalle mura aragonesi e il borgo antico offre molti aspetti pittoreschi, dovuti anche all’imbiancatura a calce delle case, sino ai tetti. I monumenti più importanti sono: il Palazzo Ducale (barocco), il Palazzo Siccada, il Vecchio Seminario, Palazzo Falgheri, la Cattedrale del 1400 e numerosissime e interessanti chiese. Il suo territorio è costellato da numerose Masserie, alcune di importanza storico-architettonica.

SAN VITO DEI NORMANNI: Le sue origini risalgono all’età del Bronzo. Il suo borgo antico è medioevale. Conserva molte architetture religiose ma è noto soprattutto per gli insediamenti rupestri del suo territorio. Le Grotte di San Biagio, la Cripta di San Giovanni, la cripta di Santa Maria.

BRINDISI: Città di antichissime origini, famosa per il suo importantissimo Porto, (servito in tutte le epoche storiche), oggi conserva molte testimonianze della sua millenaria storia: le due Colonne Romane, costruite nel II secolo d.C. sono il simbolo della città, il Castello Svevo-Aragonese è un monumento degno di nota con robusti torrioni quadrati, il Castello Alfonsino (più conosciuto come Forte a Mare) voluto da Ferdinando I D’Aragona, il Portico dei Cavalieri Templari, la Loggia Balsamo, l’area archeologica di San Pietro degli Schiavoni, la Fontana delle Ancore, la Fontana Grande (o Tancredi) e la Cattedrale romanica eretta tra l’XI e il XII secolo. Al termine sistemazione in hotel a Brindisi o dintorni nelle camere riservate. Cena e pernottamento.


Quarto giorno - Prima colazione. Giornata dedicata alla visita di Lecce.

LECCE: “Città Barocca“ è la città dove più elaborato è stato lo sviluppo dell’arte barocca in pietra leccese, un calcare malleabile e molto adatto alla lavorazione con lo scalpello. Si parla infatti di Barocco leccese e per la bellezza dei suoi monumenti è definita “la Firenze del Sud” o “l’Atene delle Puglie“. È nota per la ricchezza dei monumenti che la adornano, con fregi, capitelli, pinnacoli e rosoni che decorano molti palazzi e chiese, come il Palazzo dei Celestini, la Basilica Santa Croce, la chiesa di Santa Chiara e il Duomo. Il suo Duomo del 1144 è ritenuto tra i più belli d’Italia: simbolo del Barocco leccese è la Chiesa di Santa Croce. Al termine sistemazione in hotel a Lecce o dintorni nelle camere riservate. Cena e pernottamento.


Quinto giorno - Prima colazione. Partenza per la visita di Manduria, Alberobello e Foggia.

MANDURIA: Fondata dai Messapi, conserva numerose testimonianze del suo antico passato, tra le quali le mura megalitiche circondate dai resti del fossato che racchiudeva tutta la città e la necropoli. Simbolo della città è un pozzo dal quale spunta un albero di mandorle realmente esistente e denominato “FONTE PLINIANO“ essendo stato citato da Plinio il Vecchio.

ALBEROBELLO: Celebre per i Trulli. La storia di queste particolari abitazioni è legata ad un editto del Regno di Napoli che, nel XV secolo, sottoponeva ad un tributo ogni nuovo insediamento urbano. I Conti di Conversano, proprietari del territorio, imposero ai contadini di edificare a secco, senza malta, in modo che potessero considerarsi costruzioni precarie. Dovendo utilizzare solo pietre, i contadini trovarono nella forma rotonda, composta da cerchi di pietre sovrapposte e tetto a cupola autoportante, la configurazione più solida. I tetti a cupola sono abbelliti con pinnacoli decorativi la cui forma è ispirata a elementi simbolici, mistici e religiosi. Il Paese è un Bene Protetto del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

FOGGIA: Insediamenti umani nel suo territorio sono presenti già nel neolitico ma il centro abitato nasce dopo l’anno 1000. Ad oggi tra i diversi luoghi di interesse storico e artistico emergono: Palazzo Dognana, la chiesa delle Croci, la Cattedrale del XIII secolo, i tre Arche di Porta Arpana, l’arco di Federico e il Parco archeologico di Passo di Corvo. Al termine sistemazione in hotel a Foggia o dintorni nelle camere riservate. Cena e pernottamento.


Sesto giorno - Prima colazione. Sistemazione in pullman ed inizio del viaggio di ritorno con arrivo in sede previsto entro le ore 21.00.

Chi ha visto questo programma ha visto anche