Emilia Romagna: Ferrara, Pomposa, Valli di Comacchio, Faenza

Pullman 3 giorni

E’ una città molto antica ma a tutt’oggi il suo centro storico è rimasto completamente circondato dalle mura che, a loro volta, hanno mantenuto pressoché intatto il loro aspetto originario nel corso dei secoli. Il suo monumento principale è il Castello di San Michele (famoso più comunemente come Castello Estense) ed è l’unico castello Europeo con un fossato pieno d’acqua. Questa città ha un particolare legame con il fiume Po sul quale è sorta nel VII secolo. Il suo centro storico è un Bene Protetto del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

3gg PullmanPrimo giorno - Ritrovo dei partecipanti davanti la scuola, sistemazione in pullman e partenza per l’Emilia Romagna.

FERRARA: Riconosciuta dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. È una della quattro città italiane (assieme a Bergamo, Lucca e Grosseto) il cui centro storico è rimasto completamente circondato dalle mura che, a loro volta, hanno mantenuto pressoché intatto il loro aspetto originario nel corso dei secoli. Il suo monumento principale è il superbo Castello di San Michele (famoso più comunemente come Castello Estense) ed è l’unico castello Europeo con un fossato pieno d’acqua in pieno centro. Cena e pernottamento.


Secondo giorno: Prima colazione e giornata dedicata a Pomposa e Valli di Comacchio.

POMPOSA: Nel comune di Codigoro, è un’Abbazia risalente al IX secolo e una delle più importanti di tutto il Nord Italia. Ebbe una grande importanza per la conservazione e diffusione della cultura durante il medioevo grazie ai monaci amanuensi che vi risiedevano. In questa abbazia il monaco Guido d’Arezzo inventò le note musicali.

VALLI DI COMACCHIO, sotto l’aspetto paesaggistico e storico Comacchio è uno de centri maggiori del Delta del Po. Possiede una costa sabbiosa che si estende per 25 chilometri dal Po di Goro al fiume Reno. Sono molto noti i 7 Lidi di Comacchio, ognuno con un anima propria e tutti molto belli, famosi anche i suoi Ponti e Canali: TREPPONTI o PONTE PALLOTTA, del 1638, autentico emblema di Comacchio, costituisce il punto di unione tra il canale navigabile “Pallotta” ed il centro della città, il PONTE DEGLI SBIRRI del 1631, che prende il nome dalle prospicienti carceri, il PONTE DEL CARMINE, il PONTE PIZZETTI, PONTE DEL TEATRO, tutti del XVIII secolo. Cena e pernottamento.


Terzo giorno: Prima colazione e visita di Faenza.

FAENZA: Città molto antica e storicamente nota per la produzione delle ceramiche. Conserva anche notevoli monumenti nella Piazza del Popolo, edifici medioevali come il Palazzo del podestà e il Palazzo del Municipio; nella Piazza della Libertà si trova il loggiato del “Portico degli Orefici” e una fontana monumentale con sculture su bronzo del XVII secolo. La sua Cattedrale del 1474 è espressione dell’architettura rinascimentale in Romagna ed è di influenza toscana. Al termine della visita inizio del viaggio di ritorno con arrivo in sede alle ore 21.00.

Chi ha visto questo programma ha visto anche